Decantare il vino: ecco come farlo correttamente

La decantazione è un processo che dona una nuova vita al vino dopo la sua apertura. Il vino invecchia egregiamente in bottiglia, ma prima di essere servito e bevuto deve passare per alcune tappe obbligate. Ecco quindi quali vini sono ideali per la decantazione e come scegliere il decanter giusto per le proprie necessità

Sarà capitato a tutti di bere un vino immediatamente dopo l’apertura. Alcuni vini donano il meglio di sé già dopo la rimozione del tappo, altri necessitano di alcuni passaggi preventivi. Entra quindi in scena la decantazione del vino: un processo che ha una doppia utilità. La prima è la più ovvia, ovvero la rimozione di eventuali sedimenti che potrebbero essersi accumulati negli anni sul fondo. La seconda permette di accelerare l’ossigenazione del vino prima di poterlo servire: il vino si “aprirà” e fornirà tutte le note di gusto e sapore che lo contraddistinguono.

decanter cos'è a cosa serve

Tuttavia non tutti i vini vanno decantati. Ad esempio è raro vedere la decantazione di vini bianchi, i quali raramente lasciano sedimenti alla base della bottiglia. Neanche tutti i vini rossi, anche i più anziani, sono soggetti a riposo nel decanter. Non esistono ovviamente verità assolute e ogni vino ha la sua specifica: ma seguire queste linee generali aiuterà ad assaporare meglio il prodotto che si beve.

Come decantare un vino invecchiato in bottiglia?

Molto probabilmente saprete già che un vino per essere conservato alla perfezione necessita di un ambiente leggermente umido e fresco, ma anche di rimanere in posizione inclinata. Il cambio repentino di posizione prima dell’apertura potrebbe emulsionare i residui, i quali diventerebbero inseparabili dal vino.

L’ideale sarebbe quindi mettere la bottiglia in posizione verticale, molto lentamente, 24 ore prima dell’apertura. Il momento dell’apertura è il più importante. È fondamentale rimuovere il tappo, pulire il collo da eventuale polvere e rimuovere l’etichetta superiore. Il vino va in seguito versato nel decanter a ritmo sostenuto e senza interruzioni o sbalzi. In prossimità del fine bottiglia bisogna procedere lentamente. Quando sul collo della bottiglia inizieranno a comparire i primi sedimenti si raccomanda di terminare l’operazione. In linea di massima il 10% del vino della bottiglia rimarrà quindi inutilizzato, in quanto sarà certamente ricco di sedimenti.

Durante l’operazione è fondamentale illuminare il collo della bottiglia per scorgere i sedimenti anche più piccoli e per evitare che vengano mescolati con il liquido. I sommelier utilizzano tradizionalmente una candela, ma anche la torcia del vostro smartphone è adatta.

Ogni vino ha un suo tempo di decantazione. I rossi particolarmente anziani dovrebbero rimanere nel decanter per circa 30 minuti prima di essere versati e bevuti. Durante questo lasso di tempo si favorisce anche l’ossigenazione del vino e i solfiti in eccesso evaporano. In alternativa basta far roteare il vino in un calice abbastanza ampio.

Quali vini richiedono un processo di decantazione?

Non tutti i vini sono candidati ideali per il decanter: si rischia di ottenere un risultato totalmente opposto rispetto a quello desiderato. In linea di massima, salvo alcune eccezioni, i vini più anziani (10 anni o più) dovrebbero essere arieggiati per circa trenta minuti prima di essere serviti.

vini decanter consigli

Anche alcuni vini giovani particolarmente corposi vanno decantati per almeno un’ora prima di essere serviti. È comunque necessario non lasciare un vino nel decanter per troppo tempo: si rischierebbe di rovinarlo definitivamente! Nella maggior parte dei casi attenersi alle indicazioni dell’imbottigliatore è la scelta più saggia.

Cosa utilizzare in alternativa al decanter?

Nonostante sia uno strumento semplice ed economico non tutti hanno un decanter a portata di mano. Il nostro consiglio è sempre quello di adottarne uno apposito di vetro, ma esistono anche alcune alternative “d’emergenza”. Potrebbe essere molto utile utilizzare una brocca di vetro attentamente lavata e pulita con il collo largo. O, in alternativa, anche il bicchiere del frullatore a immersione, purché sia di vetro, potrebbe funzionare.

Vini ideali da decantare: le indicazioni dei sommelier

In caso si voglia acquistare maggiore consapevolezza sul processo di decantazione del vino è possibile scegliere vini indicati da sommelier con apposite schede informative e videolezioni. A dispetto di ciò che si possa credere questo servizio non costa una fortuna! Grazie a Taste in Sud sarà possibile ricevere mensilmente a casa una Wine Box con vini attentamente selezionati e tutte le indicazioni per degustarli al meglio. Scopri i percorsi di Taste in Sud per saperne di più.